Andrea Militello

Personal Freedom

Categories: Therapist

Kinesiologia Emozionale Transgenerazionale , Fiori di Back

Psicologia Clinica , Sofrologia

Counseling , NLP Pratitioner & Strategic Life Coach

 

Le persone lavorano con me come loro allenatore personale perché “ho parlato con me”. Le aree che copro includono, ma non sono limitate a:

• Livello di felicità/appagamento

• Relazioni/incontri

• Senso dello scopo/impostazione degli obiettivi

• Dolore, perdita e lutto

• Sfide individuali

• Equilibrio tra lavoro e vita privata

• Sfide di carriera in ufficio

• Le sfide dei giovani adulti

• Fiducia/autostima

• Amore per se stessi

• Motivazione

• Crescita personale

• Interessi/passioni

• Meccanismi di coping

• Salute/benessere

Se c’è qualcosa che ritieni ti stia trattenendo, sono qui per aiutarti. Tutto ciò che viene discusso viene mantenuto riservato al 100%.

La terapia razionale emotiva comportamentale (REBT, ovvero Rational Emotive Behavior Therapy)

La terapia razionale emotiva comportamentale (REBT, ovvero Rational Emotive Behavior Therapy) è un tipo di terapia cognitivo comportamentale. Anche nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT si ritiene che la sofferenza mentale derivi da “elaborazioni verbali esplicite, per quanto automatiche, che il soggetto si autoinfligge consapevolmente”. Il focus terapeutico, tuttavia, non è diretto su previsioni catastrofiche di eventi negativi ma su forme di “giudizio finale” dogmatico e paralizzante: “non deve/può succedere”, “non posso sopportarlo”, “sarà terribile”.

L’analisi di tali schemi di pensieri irrazionali – aspetto centrale nella pratica della terapia razionale emotiva comportamentale REBT-, insieme all’attenzione focalizzata sulle difficoltà del paziente nel tollerare possibili “scenari negativi”, precorre la prospettiva moderna dell’accettazione degli stati mentali. Nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT è definita la differenza tra credenze razionali e irrazionali, le diverse tipologie di credenze irrazionali (le “pretese”, la “terribilizzazione”, l’”intolleranza alla frustrazione” e la “valutazione globale del valore delle persone”) e il rapporto che intercorre tra loro.

 

La filosofia alla base della terapia razionale emotiva comportamentale

Vi sono anche principi filosofici alla base della terapia razionale emotiva comportamentale REBT: una visione stoica di serena accettazione e sopportazione degli affanni della vita, insieme anche a una capacità epicurea di concedersi dei piaceri. L’assunto di base della terapia razionale emotiva comportamentale REBT è che pensiero ed emotività siano strettamente associati, agendo l’uno sull’altro in un rapporto circolare di causa ed effetto: i pensieri diventano sovente emozioni e le emozioni, in molte circostanze, diventano a loro volta pensieri, tanto da poter affermare che sotto certi aspetti siano essenzialmente la stessa cosa. Come scriveva Marco Aurelio, filosofo oltre che imperatore romano: “Sopprimi la tua opinione ed avrai cancellato il ‘sono stato insultato’. Sopprimi il “sono stato insultato” e avrai cancellato l’insulto”.

 

Come funziona la terapia razionale emotiva comportamentale

terapia razionale emotiva comportamentale REBT - Modello ABC - Studi CognitiviLa tecnica della terapia razionale emotiva comportamentale REBT include l’attuazione del modello “ABC”, ovvero l’esplorazione dell’evento attivante, “A”; delle conseguenze emotive e comportamentali, “C”; e delle credenze ovvero i pensieri, “B” descrivendo – in maniera dettagliata e puntuale – le modalità di identificazione degli elementi che caratterizzano un evento problematico accaduto nella vita del cliente, le strategie necessarie al fine di una valutazione delle credenze disfunzionali e i principali errori in cui il terapeuta può incorrere.

La terapia razionale emotiva comportamentale REBT modifica le credenze disfunzionali attraverso la disputa cognitiva (D) e la promozione di una risposta maggiormente funzionale/adattiva (E). La terapia razionale emotiva comportamentale REBT è una terapia molto “attiva” (che stimola e talvolta “sfida” il cliente a “sostituire” pensieri disfunzionali con pensieri maggiormente “adattivi”), tali dinamiche possono essere oggetto di continue oscillazioni e ridefinizioni.

Nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT la possibilità di affrontare (e declinare attraverso un discernimento condiviso) le inevitabili difficoltà comportamentali ed emotive all’interno di un rapporto terapeutico orientato “fattivamente” al cambiamento, può favorire una progressiva riduzione dell’intensità emotiva attraverso una maggiore comprensione della vulnerabilità personale e lo sviluppo della capacità di tollerare i fallimenti.

Counseling , NLP Pratitioner & Strategic Life Coach

 

Depressione o (disturbi depressivi),ansia, attacchi di panico, ipocondria, stress, disturbi sessuali (parafilie), disturbi di personalità, problemi relazionali, affettivi, sociali, problemi familiari e di coppia, problemi della genitorialità, problemi legati alla crescita dei figli, problemi legati al passaggio da una fase della vita ad un’altra ,disturbo bipolare, schizofrenia, dipendenze, disturbi dell alimentazione, ecc..

 

personalfreedom@pec.personalfreedom.eu

Business Hours

MONTUEWEDTHUFRISATSUN
08:00 am to 06:00 pm
Break Time
08:00 am to 06:00 pm
Break Time
08:00 am to 06:00 pm
Break Time
08:00 am to 06:00 pm
Break Time
08:00 am to 06:00 pm
Break Time
ClosedClosed

Address Info

Address

, Alessandria, Piemonte, Italy

Telephone

Tel: +393776714422
Mob: +393776714422

click to enable zoom
Permette conoscere la psicologia generale ed evolutiva, i fattori psicologici, le tipologie di disturbi, la schizofrenia e altre psicosi, l’attenzione psicologica in situazioni speciali, la salute mentale, i fattori causali, i trattamenti e i disturbi depressivi. DISTURBI DI PERSONALITÀ Personalità normale VS personalità patologica Classificazione dei disturbi di personalità 3. Disturbo paranoide di personalità 4. Disturbo schizoide di personalità 5. Disturbo schizotipico di personalità 6. Disturbo istrionico di personalità 7. Disturbo narcisistico di personalità 8. Disturbo antisociale di personalità 9. Disturbo borderline di personalità 10. Disturbo evitante di personalità 11. Disturbo dipendente di personalità 12. Disturbo ossessivo-compulsivo di personalità 13. Disturbo di personalità non specificato DISTURBI SOMATOFORME DISSOCIATIVI, FITTIZI E SIMULAZIONE 1. Disturbi somatoforme Disturbi dissociativi Disturbi fittizi Simulazione SCHIZOFRENIA E ALTRE PSICOSI 2. Sintomi o caratteristiche cliniche 3. Inizio e corso della schizofrenia 4. Criteri diagnostici secondo il DSM-IV-TR 5. Sottotipi di schizofrenia 6. Sintomi positivi e negativi 7. Altri disturbi relazionati ALTRI TIPI DI DISTURBI PSICOLOGICI DISTURBI SESSUALI 2. Fasi nella risposta sessuale 3. Elementi di una relazione piacevole 4. Disturbi sessuali 5. Disfunzioni sessuali 6. Deviazioni sessuali o parafilie 7. Disturbi dell’identità sessuale 8. Disturbi sessuali non specificati D Disturbi primari del sonno Disturbi del sonno connessi con disturbi psicologici . Cause dei disturbi del sonno Disturbi del comportamento alimentare; Ludopatie e gioco d azzardo; Ansia e depressione; Disturbi somatoformi ; Dipendenze da alcol, droghe ,alimentari; Etc,.
AIOC ITALIA Operatore in Sofrologia La Sofrologia nasce in Spagna negli anni ‘60 dal Dr Alfonso Caycedo, neuropsichiatra di origine colombiana ed oggi è una disciplina molto diffusa in Francia, Spagna, Germania e Svizzera. La parola sofrologia ha radici greche: sos (equilibrio), fren (psiche, coscienza) e logos (studio), ovvero studio della coscienza in equilibrio, dove per coscienza si intende lo stato mentale, il modo di vivere. La sofrologia è una tecnica di rilassamento ispirata all’ipnosi, alla meditazione ed allo yoga. Il suo obiettivo consiste nel rilevare le ansie e le paure che ci affliggono, per armonizzare corpo e spirito. La sua pratica consente di raggiungere uno stato di coscienza insolito che permette di andare ad riequilibrare emozioni, pensieri e comportamenti. Tutto questo attraverso esercizi fisici, mentali e di respirazione La tecnica prevede esercizi di rilassamento dinamico e di attivazione del corpo e della mente, che hanno l’obiettivo di rinforzare le attitudini positive nella vita quotidiana. Gli ambiti di applicazione di questa tecnica sono davvero innumerevoli, eccone alcuni: -per il trattamento dell’acufene, dei disturbi del sonno e per il trattamento del dolore articolare o muscolare cronico -per la gestione dello stress e delle emozioni, per aumentare l’autostima e la concentrazione, per sconfiggere angosce, dipendenze, fobie e depressione -per il miglioramento di memoria, concentrazione e meccanismi di apprendimento -per la preparazione mentale e fisica degli sportivi, per aumentare la motivazione e la capacità di raggiungere l’obiettivo -per l’aumento del potenziale e delle capacità personali .
Spiega la trasmissione familiare - da una generazione all´altra - delle memorie di eventi tragici, di debiti non risolti, di ripetizioni inconsce di schemi comportamentali, di cicli di vita non conclusi. Tale trasmissione viene collegata non solo a eventi privati accaduti nelle famiglie, ma anche ad eventi collettivi drammatici storici come guerre, calamità naturali o crisi economiche che hanno sconvolto le vite dei nostri antenati con conseguenze gravi che possono arrivare a influire sulle scelte di vita dei discendenti da tre a sette generazioni. La memoria delle ingiustizie, infatti, attraversa diverse generazioni ricadendo come un fardello pesante sui discendenti, che spesso sacrificano la propria vita e i propri sogni, spinti dalla “Lealtà familiare” a risanare gli incompiuti dell’antenato e a riportare la giustizia e l’ordine dell’amore nel sistema famiglia. Offre gli strumenti di ricerca e ti spiega come compilare il “genosociogramma”, la rappresentazione grafica “commentata” della tua famiglia.
Il counseling promuove atteggiamenti attivi verso le soluzioni possibili di una problematica. E’ una professione consolidata nel mondo anglosassone e americano ed è spesso rapportata alla figura dello psicologo poiché fonda le sue basi su questa scienza. In Italia la professione del counselor è in continua crescita e sta prendendo piede sempre di più in ambito privato. Nel panorama lavorativo, scolastico e familiare il counseling sta raggiungendo enormi risultati poiché insegna a prendere decisioni importanti, a migliorare le relazioni interpersonali come anche a riconoscere gli atteggiamenti. Counselor in relazioni familiari, sportelli d’ascolto nelle strutture educative. Gestione di crisi in ambito professionale, selezione del personale in ambito: sociale, organizzativo, creativo, meditativo, spirituale, sportivo, lavorativo, individuale, di coppia, di gruppo, di sviluppo personale, online, legale, filosofico, pre e perinatale. Riferimenti normativi La Legge 4/2013 costituisce la normativa di riferimento in materia di “professioni non organizzate in ordini o collegi” che prevede la possibilità di esercitare la professione individualmente, in in forma associata, societaria, cooperativa o nella forma del lavoro dipendente.
Sviluppato da Albert Ellis, REBT è uno dei padri fondatori della moderna psicoterapia CBT (Terapia Cognitivo Comportamentale) e tuttavia, nonostante la sua inclusione all'interno del framework CBT, REBT ha il proprio framework pienamente utilizzabile e molto efficace per cambiare e aiutare gli altri. Il suo lavoro con REBT ha portato Albert Ellis a essere considerato uno dei tre principali influencer della psicoterapia moderna e l'allontanamento dalla terapia psicoanalitica: gli altri due membri di quei primi tre sono Carl Rogers e Sigmund Freud! Gli strumenti e le tecniche che Albert Ellis ha sviluppato attraverso REBT sono tra i più potenti nel mondo della psicoterapia per il cambiamento personale. differenze chiave tra psicoterapia REBT e CBT La REBT funziona da una base filosofica del disturbo emotivo e delle distorsioni cognitive del cliente (che è il fulcro della CBT) che molti sostengono lo renda più potente. REBT pone l'accento sui disturbi secondari - in cui ci disturbiamo sui nostri problemi - che è qualcosa che la CBT ignora in gran parte. REBT presenta l'accettazione incondizionata di sé come una soluzione alla bassa autostima invece di concentrarsi solo sul rafforzamento delle qualità positive che è l'approccio CBT. REBT è unico tra gli approcci CBT in quanto riconosce le emozioni negative utili insieme alle emozioni negative malsane. Altri approcci CBT si concentrano solo sulle emozioni negative malsane. Mi piacerebbe essere la tua guida, il tuo coach, il tuo mentore in questo mondo assolutamente affascinante della REBT (Rational Emotive Behavior Therapy) e mostrarti la struttura che rende la REBT così efficace.
La terapia razionale emotiva comportamentale (REBT, ovvero Rational Emotive Behavior Therapy) La terapia razionale emotiva comportamentale (REBT, ovvero Rational Emotive Behavior Therapy) è un tipo di terapia cognitivo comportamentale. Anche nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT si ritiene che la sofferenza mentale derivi da “elaborazioni verbali esplicite, per quanto automatiche, che il soggetto si autoinfligge consapevolmente”. Il focus terapeutico, tuttavia, non è diretto su previsioni catastrofiche di eventi negativi ma su forme di “giudizio finale” dogmatico e paralizzante: “non deve/può succedere”, “non posso sopportarlo”, “sarà terribile”. L’analisi di tali schemi di pensieri irrazionali – aspetto centrale nella pratica della terapia razionale emotiva comportamentale REBT-, insieme all’attenzione focalizzata sulle difficoltà del paziente nel tollerare possibili “scenari negativi”, precorre la prospettiva moderna dell’accettazione degli stati mentali. Nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT è definita la differenza tra credenze razionali e irrazionali, le diverse tipologie di credenze irrazionali (le “pretese”, la “terribilizzazione”, l’”intolleranza alla frustrazione” e la “valutazione globale del valore delle persone”) e il rapporto che intercorre tra loro. La filosofia alla base della terapia razionale emotiva comportamentale Vi sono anche principi filosofici alla base della terapia razionale emotiva comportamentale REBT: una visione stoica di serena accettazione e sopportazione degli affanni della vita, insieme anche a una capacità epicurea di concedersi dei piaceri. L’assunto di base della terapia razionale emotiva comportamentale REBT è che pensiero ed emotività siano strettamente associati, agendo l’uno sull’altro in un rapporto circolare di causa ed effetto: i pensieri diventano sovente emozioni e le emozioni, in molte circostanze, diventano a loro volta pensieri, tanto da poter affermare che sotto certi aspetti siano essenzialmente la stessa cosa. Come scriveva Marco Aurelio, filosofo oltre che imperatore romano: “Sopprimi la tua opinione ed avrai cancellato il ‘sono stato insultato’. Sopprimi il “sono stato insultato” e avrai cancellato l’insulto”. [button-blue url=”https://studicognitivi.it/istituto-rebt-studi-cognitivi/” target=”_self” position=”center”]Istituto REBT-Studi Cognitivi – Formazione certificata [/button-blue] Come funziona la terapia razionale emotiva comportamentale terapia razionale emotiva comportamentale REBT - Modello ABC - Studi CognitiviLa tecnica della terapia razionale emotiva comportamentale REBT include l’attuazione del modello “ABC”, ovvero l’esplorazione dell’evento attivante, “A”; delle conseguenze emotive e comportamentali, “C”; e delle credenze ovvero i pensieri, “B” descrivendo – in maniera dettagliata e puntuale – le modalità di identificazione degli elementi che caratterizzano un evento problematico accaduto nella vita del cliente, le strategie necessarie al fine di una valutazione delle credenze disfunzionali e i principali errori in cui il terapeuta può incorrere. La terapia razionale emotiva comportamentale REBT modifica le credenze disfunzionali attraverso la disputa cognitiva (D) e la promozione di una risposta maggiormente funzionale/adattiva (E). La terapia razionale emotiva comportamentale REBT è una terapia molto “attiva” (che stimola e talvolta “sfida” il cliente a “sostituire” pensieri disfunzionali con pensieri maggiormente “adattivi”), tali dinamiche possono essere oggetto di continue oscillazioni e ridefinizioni. Nella terapia razionale emotiva comportamentale REBT la possibilità di affrontare (e declinare attraverso un discernimento condiviso) le inevitabili difficoltà comportamentali ed emotive all’interno di un rapporto terapeutico orientato “fattivamente” al cambiamento, può favorire una progressiva riduzione dell’intensità emotiva attraverso una maggiore comprensione della vulnerabilità personale e lo sviluppo della capacità di tollerare i fallimenti.
No Service Available
  • 20220107_125054-1-scaled.jpg
  • Screenshot_20220111-214744_Drive-1.jpg
  • Screenshot_20211225-152932_Drive-1.jpg
  • Screenshot_20211217-101220_Drive-1.jpg
  • Screenshot_20211203-155520_Drive-1.jpg
  • Screenshot_20211202-193636_Drive-1.jpg
  • 20211205_102202-scaled.jpg
  • Screenshot_20211122-152533_Drive.jpg
  • Screenshot_20211202-064257_Drive-1.jpg
  • 20211004_192931-scaled.jpg
  • 16428590428201895891377337596466-scaled.jpg
  • UC-ccbad74c-ca66-44d5-b859-3acb4c8aa77d.jpg
  • Screenshot_20211203-155817_Drive-1.jpg
  • Screenshot_20220123-133737_Drive.jpg
  • Screenshot_20220124-212329_Drive.jpg
  • Screenshot_20220124-210506_Drive.jpg
  • Screenshot_20220127-120148_Drive.jpg
No data available.

Get answers to your queries now

Please login to submit your question.